Pallamano abruzzese in lutto per la morte di Jurina

TERAMO – La pallamano abruzzese come quella internazionale è in lutto per l’improvvisa scomparsa di Pavle Jurina, 56 anni, campione olimpico di Los Angelse 1984 con la Jugoslavia (nella foto), grande campione che ha insegnato tanto e contribuito ancor più a crescere il movimento abruzzese. Avversario di Teramo e dei suoi campioni in epici scontri sul campo quando Jurina arrivò in Italia nel Gaeta, il fuoriclasse slavo ha allenato a Città Sant’Angelo e a Pescara contribuendo alla vittoria di importanti campionati e soprattutto alla crescita di numerosi giovani che oggi sono giocatori completi. Jurina è stato stroncato da un attacco cardiaco. Lascia il figlio Jan, portiere di grande talento che, giovanissimo, già è impegnato in Serie A Elite con la maglia dei Campioni d’Italia del Conversano con cui ha vinto anche uno scudetto.

 

Leave a Comment