Il "Gesù" del Presepe vivente nato da una mamma di 57 anni

L’AQUILA – Il presepe vivente di Rivisondoli quest’anno avrà una particolarità in più: il ruolo di San Giuseppe, per la prima volta, sarà impersonato dal vero padre dell’ultimo nato del paese: un uomo di 64 anni che con la moglie 57enne è divenuto papà nel luglio scorso.  Vito D’Amicone e il piccolo Christian di solo 4 mesi saranno insieme all’interno della capanna di Pié Lucente a riproporre il miracolo della Natività insieme a tutti gli altri personaggi del Presepe Vivente. "Ho accettato con grande entusiasmo – ha detto Amicone – l’invito del sindaco in rispetto della tradizione ma soprattutto in segno di ringraziamento verso Dio che mi ha dato la possibilità di realizzare il sogno meraviglioso di diventare padre anche se a tarda età. Un’esperienza unica che io e mia moglie stiamo vivendo con grande entusiasmo e partecipazione". Vito D’Amicone e sua moglie Angela Palumbo sono diventati genitori lo scorso mese di luglio dopo avere lottato e pregato a lungo per arrivare a coronare il loro sogno d’amore.  "La 61esima edizione del Presepe sarà un’edizione particolare per tutta la nostra comunità – spiega il sindaco di Rivisondoli Roberto Ciampaglia – chiamata a festeggiare un evento di felicità e di grande gioia per tutto il paese: la nascita del piccolo Christian. E associarlo al miracolo della Natività ci è sembrata la scelta più giusta e naturale".

Leave a Comment