E adesso c'è il rischio neve

TERAMO – E’ San Berardo a portare con decisione quell’inverno che finora, almeno dalle nostre parti, è in gran ritardo. In attesa del brusco calo di temperature previsto per lunedì, oggi c’è stata una prima avvisaglia con vento freddo e pioggia. I mezzi della Provincia nella notte sono stati al lavoro per liberare le strade provinciali e garantire la transitabilità, in particolare a Castelli, Isola del Gran Sasso e Castelnuovo. Sulla provinciale che da Giulianova porta a Mosciano un’auto è finita contro un albero caduto a terra ma per fortuna senza conseguenze per il conducente. Da lunedì scatta l’allerta neve, perchè le previsioni sottolineano il rischio che ci siano le prime precipitazioni. Il piano della Provincia è attivo già dal 15 novembre: 30 imprese esterne sono in preallarme per l’eventuale intervento per rinforzare le squadre e il personale dell’Ente. In totale sono 80 i mezzi a disposizione con vomeni a terra e 10 spargisale. «I mezzi sono già posizionati nelle zone di montagna con un piano di reperibilità per le squadre provinciali che come ogni anno – spiega l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Elicio Romandini -, nonostante le risorse sempre più scarse e le difficoltà persino a pagare gli straordinari per i tagli alle Province, mostrano sempre una grande sensibilità verso le esigenze della comunità. Non sono previste al momento nevicate di grande intensità ma quello che preoccupa sono le basse temperature e quindi il ghiaccio».

Leave a Comment