Rifiuti, riparte la raccolta a Giulianova

TERAMO – E’ arrivata circa a mezzanote la soluzione all’emergenza rifiuti verificatasi a Giulianova in seguito dello sciopero indetto dalle maestranze della Sogesa per il mancato pagamento degli stipendi. Dopo la riunione in Prefettura, presenti anche gli amministratori di Notaresco, Roseto degli Abruzzi, Morro d’Oro, Mosciano Sant’Angelo e Bellante, i presidente di CIRSU e SOGESA, il rappresentante della Provincia e le organizzazioni sindacali, il primo cittadino giuliese Francesco Mastromauro, ha deciso con un’ordinanza di affidare il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti alla società Ecologica Sangro di Lanciano, che ha preso servizio già oggi”. “Durante la riunione – ha dichiarato il sindaco Mastromauro – il presidente della Sogesa, Diego De Carolis, ha evidenziato come il Comune di Giulianova abbia sempre onorato con correttezza i suoi obblighi, tanto da garantire la sopravvivenza della società stessa. De Carolis ha però ammesso che Sogesa non era in grado di assicurare la ripresa del servizio di igiene urbana invitando, con una nota ufficiale, l’amministrazione comunale giuliese ad individuare per forza di cose un altro gestore”. L’affidamento a un altro gestore, è stata dunque, per Mastromauro, l’unica strada percorribile con il problema dei rifiuti in strada e l’emergenza ambientale alle porte. Il primo cittadino ha poi garantito che non sottovaluterà il problema dei lavoratori ai quali ha rivolto attenzione. “Già da lunedì verranno attivate le procedure di legge per garantire l’assorbimento dei lavoratori Sogesa da parte del nuovo gestore del servizio – ha spiegato il sindaco – d’altronde vorrei ricordare che mi sono sempre battuto affinché gli operatori SOGESA venissero tutelati. Se non è giusto che sia la mia città a dover sopportare disagi quando noi abbiamo sempre onorato i nostri impegni – ha concluso Mastromauro- è altrettanto ingiusto che siano i lavoratori a dover subire conseguenze per responsabilità altrui ”.

Leave a Comment