Il Comune dimezza precari e assessori

TERAMO – Il Comune dimezza il numero dei dipendenti a tempo determinato. E’ questo uno degli effetti della crisi e delle norme più stringenti imposte dal Governo, i cui effetti, come ha puntualizzato il sindaco Maurizio Brucchi, nella conferenza stampa di fine anno, si faranno sentire in maniera sonora nel 2012. Tra il 2010 e il 2012, in totale, la riduzione per la spesa del personale ha comportato un risparmio di quasi 830 mila euro: con l’ulteriore taglio degli interinali i costi si contrarranno di altri 310 mila euro circa. Buone notizie, invece, per le nuove assunzioni, legate a doppio filo con la questione del Bilancio consolidato. “Abbiamo fatto una ricognizione – ha spiegato il sindaco Maurizio Brucchi – e abbiamo visto che siamo al di sotto della soglia stabilita dal Governo, (che prevede per il personale un impegno economico inferiore al 50% della spesa corrente, ndr). Il Comune è al 42%, quindi potremo dare seguito all’assunzione del nuovo comandante dei Vigili urbani e dei 3 amministrativi. Porteremo a termine anche il concorso per responsabile dell’Urp e quello per geometri, inoltre faremo scorrere la graduatoria dei vigili per assumere altre 3 unità”. Dalla scure dei tagli non si salveranno neanche i dirigenti, che passeranno a sei, e persino i politici: in risposta a quanto stabilito dalla nuova legge, i consiglieri verranno ridotti a 20 e gli assessori saranno dimezzati, passando a sole 5 unità.  

Leave a Comment