Il carcere di Castrogno apre le porte alla creatività

TERAMO – Da  domani, fino a domenica, la sala espositiva di via Nicola Palma ospiterà una mostra davvero particolare dal titolo “Pensieri creativi”. Saranno esposte le opere realizzate dai detenuti della Casa circondariale di Castrogno, realizzati nel corso del Laboratorio grafico-creativo che è stato incluso nel progetto pedagogico dell’area tratta mentale del carcere, curata da Elisabetta Santolamazza. Molti anche i detenuti stranieri che hanno potuto partecipare al progetto di solidarietà, grazie al contributo di mediatori culturali di lingua albanese, rumena, araba e cinese. L’idea è nata con lo scopo di sensibilizzare i cittadini verso le tematiche sociali legate agli aspetti della detenzione e di creare uno spazio per la socializzazione e l’integrazione delle diverse culture presenti all’interno della Casa circondariale. Attraverso il disegno, i colori e la creatività i detenuti hanno cercato di esprimere il loro stato d’animo, la voglia di crescere, di imparare e di trasmettere che rappresentano una piccola società inserita in una più grande realtà. L’evento è stato realizzato grazie alla collaborazione dell’assessorato agli Eventi del Comune.

Leave a Comment