Banca dell'Adriatico, è Immordino il nuovo dg

TERAMO – E’ Salvatore Immordino il nuovo direttore generale di Banca dell’Adriatico. Lo ha nominato oggi il Consiglio di amministrazione dell’Istituto di credito del Gruppo Intesa Sanpaolo presieduto da Giandomenico Di Sante. Immordino, 59 anni, ha sviluppato la sua carriera professionale all’interno del Gruppo, ricoprendo diversi incarichi di responsabilità nella rete commerciale della banca, fino al ruolo di Responsabile dell’Area Sicllia. Immordino sostituisce Dario Pilla, che ha lasciato la banca. Nello stesso Cda entra Adriano Maestri, di recente nominato direttore regionale di Intesa Sanpaolo per Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Molise: lo fa al posto di Giuseppe Feliziani, fino a dicembre scorso direttore regionale, ed ora passato ad altro incarico alla Divisione Banca dei Territori del Gruppo. «Il nuovo direttore – ha dichiarato Giandomenico Di Sante, presidente di Banca dell’Adriatico – punterà a rafforzare il ruolo che Banca dell’Adriatico già oggi svolge come banca del territorio della dorsale adriatica, consolidando il radicamento in Marche, Abruzzo e Molise e mantenendo la stretta vicinanza alle famiglie, al mondo delle imprese, soprattutto quelle medio-piccole, agli Enti locali ed alle associazioni». Banca dell’Adriatico gestisce attività finanziarie della clientela per 7,4 miliardi; con 1.570 dipendenti ha una capillare presenza nelle Marche (72 sportelli), Abruzzo (81) e Molise (17).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment