Scatto in avanti per la popolarità del sindaco Brucchi. Retrocessione per Chiodi e Catarra

TERAMO – Non nasconde la sua soddisfazione il sindaco di Teramo, Maurizo Brucchi, premiato in termini di gradimento dal “Governance Poll 2011”, il sondaggio sul consenso di cui godono i sindaci dei comuni capoluogo e i Presidenti delle Province e delle Regioni, curato da IPR Marketing, l’Istituto di sondaggi di opinione ed effettuato per il sesto anno consecutivo per Il Sole 24 Ore, pubblicato oggi. Il sondaggio è stato realizzato, tra i mesi di settembre e dicembre 2011, sia attraverso interviste telefoniche condotte in modalità CATI (Computer assisted telephone interview) che telematiche attraverso il sistema Cawi ed il proprio sistema esclusivo Tempo Reale. Tra i sindaci, in testa, al 70% Luigi De Magistris di Napoli “eletto però a maggio scorso” precisa Brucchi, come a voler sottolineare che il “plebiscito” per De Magistris non è appannato dai segni del tempo. Regge invece con la maturità il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, che al terzo anno del suo mandato incassa un 29° posto nella graduatoria con il 56% dei consensi, contro il 44° dello scorso anno. Tra gli abruzzesi, è Umberto Di Primio di Chieti, il sindaco al top della classifica, con un 22° posto che risente però di un calo percentuale di 3 punti. Seguono a pari merito Brucchi e l’aquilano Massimo Cialente, quest’ultimo perde addirittura 2 punti percentuali rispetto lo scorso anno. Fanalino di coda per l’Abruzzo è il sindaco di Pescara con l’89° posto. “Dopo un anno difficile, durante il quale abbiamo dovuto fare anche scelte impopolari, questo risultato mi gratifica molto – ha dichiarato il sindaco Brucchi-. Significa che i cittadini hanno capito. L’aumento del gradimento nei miei confronti, conforta le scelte politiche che ho messo in campo insieme alla mia maggioranza che ringrazio per la coesione, poiché mi ha consentito di lavorare serenamente sui problemi della città. E’ un risultato che mi inorgoglisce, anche perché in termini di gradimento sono il 12° sindaco in Italia di centrodestra, e che mi fa pensare che se si votasse oggi, i teramani mi confermerebbero la loro fiducia”. Ultimo posto invece per il governatore Gianni Chiodi, in compagnia con il presidente sardo Ugo Cappellacci. Ma fanalino di coda della classifica, con il 107° posto è anche la provincia di Teramo con il presidente Valter Catarra, che rispetto al giorno delle elezioni ha perso 3 punti percentuali e un punto rispetto al 2010.

Leave a Comment