Docenti dell'ateneo teramano nella "Rete per la memoria della Shoah"

TERAMO – Sarà presentato domani a Roma, nella Camera dei deputati, il progetto di costituzione della Rete di docenti universitari impegnati da anni nelle attività collegate al Giorno della Memoria e della quale fanno parte anche i docenti dell’Università di Teramo. All’incontro, dal titolo “Rete per la Memoria della Shoah, contro le discriminazioni, per una cittadinanza condivisa”, interverranno anche il presidente della Camera Gianfranco Fini e il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo. E in vista della ricorrenza della Giornata della memoria, i docenti dell’Ateneo di Teramo impegnati nella Rete nazionale e le Facoltà di Scienze della comunicazione e di Scienze politiche organizzano per giovedì a Teramo, alle 10.00, un convegno dal titolo “Ricordare la Shoah con le arti”. In particolare, l’incontro all’Università di Teramo sarà dedicato alla Letteratura israeliana davanti alla Shoah, con la presentazione del libro di Nir Baram “Brave persone” (Ponte delle Grazie, Milano 2011). L’incontro si aprirà con i saluti del rettore dell’Università di Teramo Rita Tranquilli Leali, del preside della facoltà di Scienze della comunicazione Luciano D’Amico, del preside della facoltà di Scienze politiche Enrico Del Colle, del sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e del prefetto Eugenio Soldà. Seguiranno gli interventi di Emilio Cocco e Simone Misiani, della Facoltà di Scienze politiche, che affronteranno, rispettivamente, i temi I giovani, la memoria e l’identità e Un riferimento alla storia della memoria. Saranno infine Raffaella Morselli, direttore del Dipartimento di Scienze della comunicazione, e Simone Gambacorta, segretario del Premio Teramo, a parlare con l’autore, Nir Baram, del romanzo di cui saranno letti alcuni brani, accompagnati da interventi musicali curati da Paola Besutti, della Facoltà di Scienze della comunicazione, ed eseguiti dall’Insieme strumentale Acquaviva.

 

Leave a Comment