L'Anpi e Teramo Nostra ricordano l'Olocausto

TERAMO – Una delegazione dell’Anpi e l’associazione culturale “Teramo Nostra” celebrano oggi la “Giornata della Memoria” per rendere vivo il ricordo della tragedia dell’Olocausto. A partire dalle 15.30 nella Villa Comunale “Stefano Bandini” di Teramo verrà deposto un omaggio floreale alla lapide commemorativa dei dispersi e delle vittime dei campi di concentramento nazisti, dedicata al teramano Alberto Pepe. La sezione di Teramo “Manfredo Mobili” dell’ ANPI (Associazione Nazionale Partigiani D’Italia) vuole ricordare anche il sacrificio dei militari dell’Esercito Italiano che non accettarono, dopo l’armistizio dell’8 Settembre, di aderire alla Repubblica Sociale di Salò. Molti di loro parteciparono alla Resistenza Partigiana o furono deportati nei campi di concentramento in Germania. Tra loro c’era il capitano d’artiglieria teramano, Alberto PEPE, Medaglia D’Argento alla Memoria, che morì nel campo di prigionia di Unterluss, nei pressi di Amburgo, il 3 Aprile 1945. Nel territorio della Provincia di Teramo furono presenti vari campi di concentramento tra i quali ricordiamo quelli di Civitella del Tronto, Tossicia, Notaresco e Corropoli, dove furono reclusi centinaia di cittadini. Anche a Teramo c’era un luogo di reclusione nella Caserma Mezzacapo, nei pressi del Santuario della Madonna delle Grazie. “C’è bisogno di memoria –si legge nella nota diffusa dall’Anpi – non solo per un giorno ma sempre, in ogni tempo, momento e luogo per onorare tutte le vittime e per informare, documentare ed educare i cittadini e le nuove generazioni affinché dal ricordo scaturisca netto e perentorio un monito contro il ripetersi di una barbarie che segnò la più immane e dolorosa sconfitta della civiltà umana”.

Leave a Comment