Allerta meteo, la Provincia distribuisce sale. Pronto il Piano Neve

TERAMO – L’inverno inizia a fare sul serio. Sono attese tra oggi e domani le prime nevicate irrigidite dall’aria gelida proveniente dalla Russia. Tanti i teramani che in queste ore stanno prendendo d’assalto i gommisti, allertati dalle precipitazioni nevose a bassa quota, per attrezzarsi di gomme termiche. Questa mattina nel Palazzo Municipale, è stata convocata dall’assessore Rudy Di Stefano una riunione per fare il punto sul Piano-neve a cui hanno partecipato i tecnici degli uffici comunali interessati e della Teramo Ambiente ed esponenti della Cives-Protezione Civile. Verificata la possibilità di tutte le attrezzature necessarie, sono stati stanziati 50mila euro per le necessità che dovessero comunque verificarsi. L’amministrazione comunale ha reso noto che qualora dovessero essere assunti provvedimenti relativi alla chiusura delle scuole, al momento non preventivabili, essi riguarderanno unicamente le attività didattiche e non quelle amministrative e di servizio, perché il personale sarà tenuto a garantire la propria presenza. L’assessore Di Stefano consiglia tuttavia di adottare alcune precauzioni: dotare le autovetture di gomme adatte o catene, tenere scorte di sale industriale per la viabilità interna privata, e pedonale, avere disponibile nei condomini un badile, da utilizzare per la rimozione delle neve. L’assessore Di Stefano invita i cittadini a preferire, in caso di neve, l’uso dei mezzi pubblici alle auto private e a tutelare l’incolumità dei pedoni con piccoli accorgimenti. Il Comune fa appello a piccoli accorgimenti: rimuovere la neve dai marciapiedi antistanti gli stabili, pulire la cunetta stradale per una larghezza di 20 cm e liberare eventuali cavitoie o tombini per agevolare iI deflusso delle acque di fusione, spargere sabbia o miscele saline sulle aree sgomberate, se si prevedono condizioni di gelo, aprire varchi in corrispondenza di attraversamenti pedonali. E’ tuttavia obbligatorio a carico dei privati proprietary abbattere eventuali lame di neve e ghiaccio pendenti dai cornicioni e dalle gronde, pulire spazi privati ad uso pubblico e rimuovere le autovetture parcheggiate a filo strada per consentire di liberare le carreggiate. Intanto anche la Provincia è in allerta in queste ore per rimodulare le forniture di sale nei depositi, in primis quello di Montorio e Campli. Intanto l’assessore alla Viabilità, Elicio Romandini, informa che circa 90 spazzaneve con lame a terra, sono pronti a entrare in azione qualora i centimetri di neve che cadranno da qui a un paio di settimane possano compromettere la circolazione. Qualche preoccupazione nutre l’assessore qualora le temperature dovessero abbassarsi sotto i 5°, poichè in quel caso, lo spargimento di sale verrebbe vanificato da formazioni consistenti di lastre di ghiaccio. Al momento si stanno rimpinguando tuttavia i depositi e l’attenzione è alta soprattutto nelle aree montane come Tottea, Crognaleto, Cortino, Campli, Civitella del Tronto e Arsita.

Leave a Comment