Stop al furto di contante, pensioni accreditate su cc o libretti postali

TERAMO – Pensione accreditata direttamente sul conto corrente o su un libretto postale nominativo per importi superiori ai mille euro. Poste italiane si adegua così alla normativa che dal 7 marzo impedisce il pagamento in contanti per limitare il fenomeno di furti. Da domani negli uffici postali di Teramo e provincia saranno in pagamento le pensioni Inps di febbraio. Dopo la campagna di comunicazione avviata da Poste italiane, fra gli oltre 48 mila pensionati della provincia di Teramo che ogni mese ritirano il rateo presso gli sportelli postali, sono già oltre 30 mila (il 62%), coloro che hanno scelto l’accredito gratuito sul libretto postale nominativo (senza spese di apertura e di gestione e con una Card gratuita per i prelievi) o sul conto corrente (azzerate le spese di tenuta conto per tutto il 2012 ai pensionati con più di 65 anni che accreditano entro il 31 marzo 2012 la pensione sul conto BancoPosta Più). Inoltre sono oltre 3500 i pensionati della provincia che hanno già richiesto l’accredito del rateo. Intanto da domani e fino al 6 febbraio, nell’ufficio postale di Via Paladini sarà presente un desk informativo dove personale specializzato sarà a disposizione dei pensionati per fornire tutte le informazioni sugli strumenti elettronici di prelievo e pagamento messi a disposizione da Poste Italiane. In tutti gli altri uffici postali della provincia la clientela interessata dalla riforma potrà fare riferimento agli operatori di sportello che aiuteranno i clienti pensionati a familiarizzare con l’uso delle carte di prelievo e pagamento collegate al libretto di risparmio e al Conto BancoPosta e della Inps Card, la carta prepagata nata dalla collaborazione tra Inps e Poste Italiane ed emessa da Poste Italiane. Ai pensionati che accreditano la pensione Poste Italiane offre anche una copertura assicurativa gratuita fino a 700 euro annui contro furto, rapina o scippo di contante.

Leave a Comment