Per evitare la quinta sospensione di patente corrompe il maresciallo

SANT’EGIDIO – Un commerciante di Folignno (Ascoli Piceno), L.T. di 34 anni, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Sant’Egidio per istigazione alla corruzione, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza. Il giovane la scorsa notte è stato sorpreso alla guida della sua macchina contromano rispetto al senso di marcia: fermato, il controllo dell’etilometro ha rilevato un tasso alcolemico superiore a 2,25 e per lui è scattata la sospensione della patente, il sequestro dell’autovetture e la segnalazione alla magistratura. E’ stato allora che L.T. si è rivolto al maresciallo De Nicola, comandante della stazione, offrendogli una ricompensa in denaro qualora avesse chiuso lì la pratica, anche perchè era incappato nella stessa disavventura in altre 4 occasioni precedenti. All’avvertimento del sottufficiale a non proseguire in quell’atteggiamento, l’automobilista ha inveito contro di lui e i colleghi presenti in stazione, minacciandoli di morte alla presenza di un amico che si trovava con lui. E’ stato arrestato e rinchiuso in cella di sicurezza. Questa mattina è comparso in tribunale per la direttissima: il giudice ne ha convalidato l’arresto e lo ha rimesso in libertà con l’obbligo di firma tutti i giorni presso la polizia giudiziaria. Sarà processato il prossimo 23 aprile.

Leave a Comment