"Quando Lucio Dalla incantò i teramani…"

TERAMO – “Anche Teramo piange Lucio Dalla”. Il contributo è di Maurizio Cocciolito, presidente della Primo Riccitelli che ricorda una sera d’estate di qualche anno fa, il 18 luglio 2007, quando Dalla fu protagonista di un’edizione speciale di “Musica sotto le stelle” . Così Cocciolito ricorda oggi l’artista scomparso:

“Dalla si materializza davanti alla piazza gremita con semplicità e discrezione, schivo, essenziale, atteggiamento franco da convinto anti-divo. “Bella Teramo, bella” le sue uniche parole, poi solo la sua musica, una selezione studiata dei suoi successi, sessanta minuti senza altre concessioni e tutto l’incanto di una voce che regala emozioni con la poesia di testi diventati canzoni.Adolescenti e anziani, quarantenni e giovanissimi, tutti uniti da un comune sentire che va dritto a cuore e cervello.

Poi il concerto finisce, riflettori non ancora spenti e lui già dileguato, scomparso velocemente nella notte teramana di una sera d’agosto.

Per chi era lì, l’ombra appena materializzata di un ricordo, oggi venato di malinconica tenerezza, l’orgoglio di una presenza che adesso più che mai appartiene all’album personale di ciascuno ma anche alla storia della nostra città.

Dalla non c’è più ma chi di noi era lì può dire ‘io c’ero…l’ho visto…l’ho sentito..’ e sentirsi un pezzetto di cuore emozionarsi anche per questo”.

Leave a Comment