"Servono più corse anche per Scapriano"

TERAMO – Dopo aver risolto il problema del bus alla Gammarana, le sollecitazioni arrivano soprattutto dalle frazioni e, in particolare, da Scapriano. A sollevare il problema al’interno del Question time di questo pomeriggio è stato il consigliere di maggioranza Franco Fracassa. “A Scapriano – ha affermato Fracassa rivolgendo un’interrogazione all’assessore Giorgio Di Giovangiacomo – il bus passa solo 2 volte al giorno e, come è stato segnalato dai residenti, succede anche che qualche corsa salti”. Fracassa ha quindi proposto di far passare il bus numero 3 a Scapriano. “E’ un problema che va risolto a livello regionale – ha risposto Di Giovangiacomo –  nel senso che quando ci sarà la gara per il gestore unico del servizio riusciremo ad ottimizzare la situazione e ad aumentare il numero di corse, tenendo conto anche delle criticità di Scapriano”. Fracassa ha inoltre sollecitato il sindaco in merito al parcheggio dell’ospedale, invitandolo a chiedere al manager della Asl Giustino Varrassi di riservare dei posti sia ai malati oncologici che ai disabili, ai donatori di sangue e alle altre categorie “protette”. Fracassa ha proposto di estendere la convenzione riservata ai dipendenti dell’ospedale anche ai soci delle cooperative che lavorano all’interno della struttura. “In merito ai posteggi da riservare alle categorie svantaggiate – ha risposto Brucchi – tornerò a sollecitare il manager e sono certo che verrà trovata una soluzione, mentre per quanto attiene al problema delle cooperative si dovrà valutare l’opportunità di riservare dei posti, anche in base alle disponibilità che ci sono”. In Consiglio il sindaco è stato di nuovo pungolato dal consigliere Di Boneventura sugli alloggi Erp e sull’emergenza abitativa. Il sindaco ha chiarito di essere a conoscenza dei problemi e dei sacrifici e degli interventi “di tasca propria” che molti inquilini hanno fatto negli alloggi di proprietà del Comune. “Adeguamenti e riparazioni spettavano al Comune ma tanti cittadini volenterosi sono intervenuti per non essere costretti ad aspettare i tempi dell’amministrazione. Ricollocare 92 famiglie non è facile ma ho preso impegni precisi per non abbandonare gli inquilini. Con tutti verrà concertata una soluzione, dispiace verò vedere le strumentalizzazioni politiche che si giocano sulle paure dei residenti. C’è chi agita spettri su presunti aumenti del canone d’affitto e preoccupa le famiglie per metterle contro l’amministrazione. Non è un atteggiamento responsabile – ha detto il sindaco – poiché quella dell’housing sociale è un’opportunità che va colta adesso per non perdere i finanziamenti concessi. Mi piace sottilineare che si tratta di un intervento totalmente pubblico che coinvolge il Governo, i Comuni e le Fondazioni e dove non c’è ombra di speculazione da parte dei privati”. Intanto la svolta hi-tech del municipio continua ad opera dell’assessore all’informatizzazione, Giacomo Agostinelli che dopo aver dato il via al nuovo sito del Comune, adesso dota assessori e consiglieri di un iPad grazie a un prezzo agevolato che l’assessore è riuscito a strappare per conto del Comune. Oltre alla dotazione dei modernissimi dispositivi, che però assessori e consiglieri pagheranno di tasca propria, Agostinelli ha precisato che dal 21 marzo anche le determine saranno scaricabili dalla nuova piattaforma digitale evitando così di stampare costosi faldoni di carta.

Leave a Comment