Sgravi fiscali per i lavoratori delle cooperative

TERAMO – Anche per il 2012 i lavoratori delle cooperative abruzzesi potranno avvalersi delle agevolazioni fiscali che permetteranno di usufruire di un’imposta sostitutiva fissa al 10% ai fini Irpef al posto di quella ordinaria, andando così a detassare tutti gli straordinari. A beneficiare dello sgravio,informa una nota di confcooperative, saranno tutti i lavoratori che svolgono lavoro supplementare, straordinario, in turni, notturno, festivo o domenicale che potranno così vedersi aumentato il netto in busta paga. L’accordo, applicabile a tutte le tipologie di contrattuali esistenti – rinnova anche per l’anno in corso la possibilità per le imprese cooperative di usufruire degli sgravi così come avvenuto già per il 2011. “Si tratta di un ulteriore strumento di sostegno alle imprese cooperative che viene rinnovato anche per il 2012- ha commentato il presidente di Confcooperative Abruzzo Giampiero Ledda – è il frutto di una relazione proficua e all’insegna della responsabilità tra le parti datoriali e quelle sindacali che non può che andare a beneficio di tutto il mondo della cooperazione abruzzese. Grazie all’intesa le imprese aderenti a Confcooperative, Legacoop e Agci della regione Abruzzo potranno applicare l’imposta ridotta a tutto ciò che è riconducibile a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione ed efficienza organizzativa, tutto ciò che è quindi riferibile all’andamento economico o agli utili dell’impresa o ad ogni altro elemento rilevante per il miglioramento della competitività aziendale”. L’accordo quadro è stato firmato ieri a Pescara nella sede di Confcooperative Abruzzo dalle principali centrali cooperative abruzzesi – Confcooperative Abruzzo, Legacoop Abruzzo e Agci Abruzzo – insieme ai sindacati con lo scopo di garantire un effettivo sostegno allo sviluppo del sistema cooperativo. A siglare l’accordo sono stati Giampiero Ledda (Confcooperative Abruzzo), Nino Silverio (Agci Abruzzo), Fernando Di Fabrizio (Legacoop Abruzzo), Alessandra Genco (Cgil Abruzzo), Paolo Sangermano (Cisl Abruzzo) e Domenico Rega (Uil Abruzzo).

Leave a Comment