Bancatercas centra un'impresa e batte Sassari (83-78)

TERAMO  – Dura, difficile, vinta con il cuore e il carattere. La BancaTercas ha colto una delle vittorie più difficili della stagione, riuscendo a battere Sassari nonostante il proprio roster ridotto ai minimi termini. Che Teramo volesse vincere anche contro se stessa lo dimostra la partenza. E’ Cerella il più attivo: anticipando quella che sarà la sua prova, realizza i 4 punti consecutivi che portano Teramo al +6 (13-7 al 5′). Sassari reagisce quando rischia la seconda volta di vedere scappare Teramo sul 17-11 e con Easley e Travis Diener infla il break di 8-0 che all’8′ la riporta avanti (17-19). La partita è bella, veloce, anche se non per puristi del basket. Il finale di periodo è tutto dell’ex Drake Diener, che chiude sulla sirena per il vantaggio di Sassari (24-25). Il gioco riprende sul tabellone ma non nei punti: le due squadre non segnano per tre minuti e quando i canestri ricominciano ad entrare è ancora Cerella il protagonista (29-27), sostenuto poi dalle triple di Amoroso e Fultz che segnano un altro strappo dei padroni di casa (35-30). Ma il copione è lo stesso: il tiro libero di Brandon Brown arriva prima di un altro black-out di Teramo che rimette in pista Sassari fino al 38-45, prima che Cerella, ancora lui, con una tripla riporti l’equilibrio in campo (44-45) al 20′. A fissare il 44-47 sul tabellone alla sirena del riposo lungo stavolta è Travis Diener. Si riparte ed è Teramo a sciorinare un avvio-super. Prima è Amoroso a impedire l’allungo ai sardi, con un gioco da tre che al 22′ fissa il pari (49-49). Poi sull’asse Polonara (assist e schiacciata)-Borisov (tiro da sotto), costruisce il nuovo vantaggio (53-49). Sassari adesso è impietrita e guarda Cerella schiacciare e Polonara ancora metterla da sotto: è il 25′, massimo vantaggio della partita per la BancaTercas, +8 (57-49). Sassari in un minuto segna 6 punti e vede Easley commettere il quarto fallo, ma la partita è ancora viva. Adesso c’è spazio per i tiratori dai 6,75: Brandon Brown, Cerella e Drake Diener, nell’ordine, danno spettacolo. Adesso è la BancaTercas che si presenta al quarto periodo avanti di 7 (65-58). I padroni di casa si attaccano a tutte le forze residue, spinti addirittura sul parquet anche da capitan Lulli. E tra questi servono i migliori Cerella e Brandon Brown per tenere testa alla grande giornata dell’ex Diener, sull’altro fronte: l’americano è il migliore tra i 10 in campo (5 triple, 9 rimbalzi, 3 assist, 24 punti, 28 di valutazione). Gli ultimi due minuti sono di sofferenza e il margine di +5 (73-68) è poca cosa di fronte all’inerzia della partita. Amoroso sbaglia la tripla, la segna invece Hosley (73-71), ancora su assist da rimbalzo difensivo di Diener. il finale è incandescente: Brandon Brown ipoteca la vittoria ma è ancora Diener a tenere in bilico il risultato (80-78): la ‘bomba’ di Fultz alla sirena mette però il sigillo a una vera e propria impresa sportiva (83-78).

Bancatercas Teramo-Banco di Sardegna Sasari 83-78 (24-25; 44-47; 65-58)
BANCATERCAS: Brown B. 14, Marini ne, Amoroso 14, Cerella 21, Brown D. 12, Fultz 8, Lulli 2, Borisov 8, Listwon ne, Serafini ne, Polonara 4. All. Ramagli.
BANCO DI SARDEGNA: Metreveli ne, Binetti, Hosley 15, Devecchi, Diener T. 9, Sacchetti, Plisnic 11, Diener D. 24, Vanuzzo 3, Pinton, Easley 16. All. Sacchetti.
ARBITRI:  Chiari, Biggi, Caiazza.
NOTE. tiri liberi: Teramo 10/12, Sassari 6/10; tiri da tre: Teramo 9/25, Sassari 12/41; rimbalzi: Teramo 38, Sassari 40; usciti per 5 falli: nessuno.
Risultati
Montepaschi Siena-Vanoli Braga Cremona         79-61      
Bennet Cantù-Acea Roma                                73-72      
Sidigas Avellino-Scavolini Spar Pesaro               81-89      
Angelico Biella-Benetton Treviso                       94-96 (dts)
Banca Tercas Teramo-Banco Sardegna Sassari  83-78
Umana Venezia-Cimberio Varese                      71-63
Fabi Shoes Montegranaro-Novi Più C.Monferrato    94-83
Ea7 Emporio Armani Milano-Otto Caserta          95-89
Riposa: Canadian Solar Bologna  
Classifica
Siena 36 punti; Cantù 30; Sassari, Bologna, Milano e Venezia 28; Pesaro 26; Avellino e Varese 24; Biella 22;
Roma, Caserta e Treviso 20; Montegranaro 18; Cremona e Teramo 16; Casale Monferrato 12.

Leave a Comment