Equitalia, novità per mettersi in regola con il fisco

TERAMO – Sono 37.601 le rateizzazioni concesse in Abruzzo, negli ultimi quattro anni, da Equitalia, per un totale di 431.928.657 euro. Lo rende noto la stessa società per la riscossione dei tributi, nell’annunciare le novità introdotte per consentire a cittadini e imprese di mettersi in regola con il fisco in modo più agevole. In particolare, a livello territoriale, in testa c’è Chieti, con 12.771 rateizzazioni concesse, per un totale di 134.331.650 euro. Seguono Pescara (10.809, 130.846.470 euro), Teramo (8.994, 95.277.042 euro) e L’Aquila (5.027, 71.473.495 euro). A livello nazionale, sono state concesse 1.514.186 rateizzazioni, per un totale di quasi 19 miliardi e mezzo di euro. La prima regione per numero di concessioni è la Campania , mentre l’ultima è la Valle d’Aosta. Le novità recentemente introdotte dal Parlamento e direttamente da Equitalia per consentire a cittadini e imprese di mettersi in regola con il fisco in modo più agevole prevedono, tra l’altro, più tempo per pagare a rate le cartelle, importo variabile a seconda delle necessità, meno documenti da presentare allo sportello per i debiti fino a 20mila euro. Quella delle rate – rileva la società per la riscossione dei tributi – è una modalità di pagamento particolarmente apprezzata dai contribuenti: dal 2008 sono state concesse più di un milione e mezzo di rateizzazioni per un importo che sfiora i 20 miliardi di euro. Illustrando i nuovi strumenti, come quello delle rate in proroga fino a sei anni e quelle flessibili, Equitalia sottolinea che non verrà iscritta ipoteca "nei confronti di un contribuente che ha chiesto e ottenuto di pagare il debito a rate" e che "il mancato pagamento di una rata non implica la decadenza (si decade dalla rateizzazione solo se non sono pagate due rate consecutive)".

Leave a Comment