In Abruzzo nascono 87 nuove farmacie

TERAMO – In arrivo 87 nuove farmacie in Abruzzo. E’ questo il numero che verrà messo a concorso dalla Regione. L’annuncio è stato dato nel corso di una riunione che il presidente della Regione e Commissario per la sanità e il Servizio farmaceutico della Regione Abruzzo hanno avuto con i sindaci dei comuni interessati alla rimodulazione delle piante organiche delle farmacie. La novità è frutto del decreto Monti sulle liberalizzazioni, che ha ridotto a 3300 il parametro degli abitanti per l’istituzione di nuove farmacie. A Teramo ne nasceranno 5, di cui una di proprietà del Comune, mentre in provincia ce ne saranno in tutto 18 in più.  A L’Aquila ne spetteranno 27, a Chieti 21 e a Pescara 21, mentre Montesilvano, dove sorgeranno 6 nuove farmacie, è il Comune con l’incremento maggiore. Delle 87 farmacie private messe a concorso,54 sono di nuova istituzione le altre 33 sono già state istituite in passato, ma risultano vacanti all’entrata in vigore delle legge. I tempi di applicazione della nuova normativa sono molto ridotti: entro  il 23 aprile i Comuni interessati dovranno indicare la collocazione geografica all’interno del comune delle nuove farmacie e inviare la documentazione alla Regione; successivamente, la Regione ha tempo 60 giorni, entro quindi il 23 giugno, per bandire il concorso pubblico straordinario. Entro dodici mesi tutte le procedure concorsuali dovranno essere concluse. La legge prevede la nomina da parte del Governo di un commissario ad acta nel caso in cui le procedure concorsuali non sono state avviate dalla Regione nei termini di legge.  La nuova normativa prevede poi, ha spiegato il responsabile del Servizio farmaceutico, un 5% di riserva in capo alla Regione per l’ulteriore istituzione di nuove farmacie all’interno di aeroporti, stazioni ferroviarie e centro commerciali. Anche se il presidente della Regione ha sottolineato che tale opzione rimane al momento congelata.  

Leave a Comment