E' festa al Palaska per la Bancatercas

TERAMO – La Bancatercas allunga sulla coda della classifica con la vittoria sulla Otto Caserta meritata quanto sofferta. I biancorossi di Ramagli giocano una delle migliori gare dinanzi al proprio pubblico e battono un avversario che ha tenuto fino alla fine e ha perso quando ha creduto di aver vinto la partita dopo una lunga rincorsa. E’ stata sostanzialmente una partita equilibrata, già dal primo periodo con Brandon Brown da un lato e Smith dall’altro a mettersi in evidenza in un interessante botta e risposta sotto le plance. Ramagli soffre i due falli in appena 5 minuti sia di Dee Brown che di Amoroso. E per quest’ultimo la situazione si aggrava in avvio di secondo periodo, con il terzo fallo su un rimbalzo in attacco. Ma Teramo gioca i migliori due quarti dell’ultimo scorcio di campionato. In campo c’è anche il miglior Polonara: in poco meno di 5 minuti, i suoi 11 punti costruiscono il +7 (38-31) che Teramo segna al 16′. Caserta è in difficoltà. forza il tiro da tre, perde palloni e Teramo, con Fultz e ancora Polonara (15 punti in un tempo), piazza il break importante: 46-34 al 10′. Il parziale è ammorbidito dalla tripla (la seconda consecutiva) di Righetti. Al riposo lungo è 46-37 per Teramo. Che riparte meglio rispetto all’avversario con le triple di Brandon Brown e Borisov (52-41) ma l’irriducibile Smith fa sentire i muscoli e anche la sua forza ai rimbalzi: al 25′ Caserta torna sotto (54-48). Gli ospiti adesso tengono duro, nonostante la mano calda di Borisov riescono a stare attaccati alla Bancatercas e chiudono il quarto con il canestro del -5 di Bell. Ricci veste i panni dell’outsider e infila 5 punti consecutivi che permettono a Teramo di tenere il margine. La partita diventa tesa: protagonista è Smith che becca l’antisportivo su Polonara che però mette un solo libero. Caserta sembra galvanizzata dalla decisione arbitrale negativa: Maresca e Kudlacek sono i protagonisti del 7-0 che al 35′ riapre la partita (76-75). Bell sigla il pari dalla lunetta, Stipanovic porta Caserta avanti ma l’euforia del sorpasso gioca un brutto scherzo alla squadra di Sacripanti che subisce la doppia tripla di Fultz e Dee Brown e un contropiede fulminante di Cerella: 84-78 a 25 secondi dalla fine. I tiri liberi di Dee Brown sugellano la festa pasquale (86-78).
Bancatercas Teramo-Otto Caserta 86-78 (22-20, 46-37, 66-61)
BANCATERCAS: Ricci 5, Brown B. 11, Marini ne, Amoroso 11, Cerella 10, Brown D. 7,  Fultz 9, Lulli, Borisov 13, Serafini ne, Polonara 20. All. Ramagli.
OTTO: Salzillo ne, Maresca 14, Kudlacek 11, Righetti 6, Marzaioli ne, Collins, Smith 23, Stipanovic 7, Bell 11, Cefarelli, Loncarevic ne, Doornekamp 6. All. Sacripanti.
ARBITRI: Sahin, Duranti, Bettini.
NOTE: tiri liberi Teramo 13/16, Caserta 10/14; tiri da tre: Teramo 9/21, Caserta 10/20; rimbalzi: Teramo 24, Caserta 28. Usciti per 5 falli: Kudlacek (37′). Fallo antisportivo fischiato a Smith (34′).

Leave a Comment