Raccolta differenziata, scattano controlli e sanzioni

TERAMO – Sono partiti i controlli svolti da Team e Comune sui mastelli della raccolta differenziata lasciati in strada oltre l’orario consentito e, in alcuni casi, anche per giornate intere, da persone singole, condomini e commercianti. La decisione è stata presa in seguito alle tante segnalazioni, arrivate al Comune e alla Team dagli stessi cittadini. L’ordinanza del sindaco Maurizio Brucchi, entrata in vigore a maggio dello scorso anno, parla chiaro: all’utenza è richiesto di “provvedere prontamente al ritiro del mastello una volta avvenuto lo svuotamento” e  per i trasgressori sono previste multe fino a 500 euro. Si tratta, quindi, di dare un segnale concreto a chi ancora non ha ben assimilato le regole. “I controlli ci saranno – spiega il presidente della Team Fernando Cantagalli – ma noi continuiamo a contare soprattutto sulla collaborazione dei teramani: è grazie ai cittadini e al loro senso civico se abbiamo raggiunto buone percentuali di raccolta differenziata. Anche in questo caso il nostro intento principale non è punire, ma educare ed informare. Dispiace pensare che ci sia ancora chi non ritiene necessario ritirare il mastello dopo la raccolta: si tratta di un gesto importante, per il decoro urbano, per la sicurezza delle strade e per l’igiene”. Cantagalli invece mostra un pugno decisamente più duro contro chi continua a gettare i sacchetti dei rifiuti dall’auto in corsa: i luoghi “preferiti” restano le scarpate il Parco fluviale. “In questo caso – invece – credo che la repressione sia fondamentale: ci vorrebbero le telecamere per individuare e multare queste persone, che lo fanno intenzionalmente e in maniera del tutto illegale”. 

Leave a Comment