Una "C.a.s.a" d'alta formazione per fare buona sanità

TERAMO – Taglio del nastro per la nuova “C.A.S.A” (Centro di Alta Scuola Aziendale) della Asl di Teramo che inaugura così un nuovo corso per le attività di formazione dell’azienda ospitate d’ora in avanti in un centro attrezzato e ultra-moderno messo a disposizione dal Comune di Corropoli, in località Ripoli, adiacente al parco archeologico. Alla cerimonia inaugurale è intervenuto il governatore Gianni Chiodi che si è congratulato col manager Giustino Varrassi per l’individuazione della struttura, “adeguata sia logisticamente che tecnologicamente alle esigenze della formazione scientifica, importantissima per fare buona sanità altrettanto come i medici preparati e le attrezzature adeguate”. Buona sanità che però passa anche per una corretta informazione secondo il capogruppo regionale del Pdl, Lanfranco Venturoni, che ha posto l’accento di un rapporto migliore con l’opinione pubblica anche ai fini delle ricadute sulla mobilità passiva. “Non abbiamo nulla da invidiare alle altre Regioni – ha dichiarato invece Nicoletta Verì, Presidente Commissione Affari Sociali in Consiglio regionale – abbiamo ottimi medici che vanno a fare i formatori nelle realtà più importanti d’Italia, segno che abbiamo professionisti preparati, frutto di una formazione scientifica adeguata”. Il nuovo centro di formazione, messo a disposizione del sindaco di Corrosoli Umberto D’Annuntiis, ha al suo interno una sala convegni, tre sale per i corsi, un’aula informatica per un totale di 500 posti. Al di là degli aspetti funzionali – come sottolineato dal manager Varassi – la scelta di individuare una nuova sede era necessaria in virtù del fatto che gran parte degli eventi aziendali era ospitata nell’aula convegni del Mazzini che in futuro verrà smantellata per ospitare l’Utic." La struttura inaugurata, come spiegato dal manager Varrassi, sarà operativa fin da subito visto che domani ospiterà una riunione del collegio di direzione dell’azienda e a partire dal 4 maggio sarà la sede di un master in Comunicazione sanitaria organizzato in collaborazione con l’Università del Sacro Cuore e l’Università di Teramo.

Leave a Comment