Fantasia e buoni ingredienti per esportare la pizza teramana

TERAMO – La pizza teramana protagonista oggi in Provincia, dove i campioni del mondo del “Gruppo Interamnia Pizza”, già premiati a Salsomaggiore Terme, hanno presentato il progetto “Alimentarsi con pizza, birra e…fantasia” realizzato dal Di Poppa in collaborazione con gli istruttori pizzaioli locali del gruppo, aderenti alla “Scuola italiana pizzaioli”. Della delegazione accolta dal presidente Valter Catarra e dal consigliere provinciale, Adriano Di Battista. Facevano parte la dirigente scolastica dell’istituto alberghiero, Silvia Manetta, gli chef Paolo D’Evangelista e Adriana Ferretti e a una delegazione di studenti della scuola. Il progetto è essenzialmente un programma di professionalizzazione, che si articola in diversi step: nel primo gli studenti hanno appreso le tecniche per la preparazione di una buona pizza, attraverso l’attento studio degli impasti e degli ingredienti; il secondo passaggio sarà quello di stimolare la loro fantasia e creatività. Con l’assessorato al Turismo della Provincia, per portare fuori dal territorio la pizza preparata dai ragazzi, è in programma ad ottobre una visita che porterà quindicistudenti all’Istituto italiano di cultura gastronomica di Londra. “Questi progetti – ha spiegato il dirigente scolastio – rappresentano un modo per far conoscere le nostre tradizioni e al contempo un valido sbocco professionale per i ragazzi ai quali, al termine dei corsi, viene rilasciato un attestato”. “E’ per noi motivo di grande orgoglio – ha detto Catarra – ospitare in Provincia un gruppo di pizzaioli e chef locali di grande capacità e competenza, che hanno portato la pizza teramana a livelli di eccellenza. Da evidenziare il fatto che questi operatori, pur avendo ciascuno la propria attività, lavorano in squadra per un obiettivo comune, che è quello del marketing territoriale”. Del “Gruppo Interamnia Pizza” fanno parte quattro giovani istruttori pizzaioli: Gianni Pompetti, Antonio Di Antonio, Emilio Bizzarri e Luigi Pelle.

Leave a Comment