Sfasciano l'ambulanza e aggrediscono i carabinieri

CIVITELLA – Hanno forse esagerato con l’alcol e dopo aver infastidito i tranquilli avventori della festa paesana a Vila Lempa, tra i quali anche il parroco, si sono scagliati contro i carabinieri che volevano identificarli e hanno procurato danni all’ambulanza del 118. Massimo Coccia, 44 anni e la compagna Gabriella Morreale, 31 anni, entrambi di Civitella del Tronto, alla fine non hanno potuto evitare le manette. In preda ai fumi dell’alcol hanno inveito e offeso i presenti che sono stati costretti a chiedere l’intervento dei militari della stazione di Civitella: quando questi hanno intuito che le condizioni dei due erano tali da rendere necessario l’intervento dell’ambulanza, la coppia ha dato ancor più in escandescenza. Lui se l’è presa con il mezzo di soccorso, rompendo le attrezzature, provocando danni di una certa consistenza, mentre la compagna si è scagliata contro i carabinieri. Nel tentativo di calmarli uno dei carabinieri ha riportato contusioni giudicate guaribili in poco meno di una settimana. Coccia e la donna sono stati arrestati e rinchiusi in cella di sicurezza con le accuse di violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato.

Leave a Comment