Verrocchio: «Ruzzo, fallimento di un metodo»

TERAMO – Dopo la decisione del presidente Strozzieri, si dimetta anche tutto il consiglio di amministrazione della Ruzzo reti spa. E’ quanto chiede Robert Verrocchio, il segretario provinciale del Partito democratico. Quanto accaduto al Ruzzo per Verrocchio «fa male alla società e a tutto il teramano. Il Pdl lo ha gestito come una mera questione di potere e di poltrone – ha commentato il segretario del Pd -. I sindaci del nostro territorio non sono mai stati convocati e hanno conosciuto Strozzieri solo dalle immagini della stampa. Ad oggi nessuno di loro è a conoscenza delle motivazioni che hanno portato alle dimissioni del presidente». Forti critiche al modo di gestire uno dei più grandi enti pubblici della provincia: «E’ stato governato in maniera oligarchica e arrogante. La società è rimasta bloccata per mesi nonostante le necessità del territorio, sia in termini di infrastrutture sia in termini di investimenti necessari per la nostra economia, e questo a causa di chiare lotte interne del Pdl. Auspichiamo che il centrodestra sia pronto ad una profonda riflessione, e il pensiero deve andare anche ai tanti dipendenti della società. Al centro della questione devono tornare il territorio e tutte le forze politiche devono avere il coraggio di mettere al centro del dibattito l’interesse dell’ente». Per Verrocchio si tratta dunque del «fallimento di un metodo, ed è per questo che l’intero Cda della società deve dimettersi. Il centrodestra ne prenda atto e torni ad ascoltare il territorio e i sindaci».

Leave a Comment