Carabinieri, motoraduno e beneficenza

TERAMO – Oltre 600 partecipanti, un lungo serpentone che si snoderà lungo gli emozionanti tornanti delle strade della nostra provincia. E’ il raduno nazionale del motoclub "CCMotorday", composto principlamente da appartenenti all’Arma dei carabinieri, la cui settima edizione si svolge nel prossimo week-end proprio in provincia di Teramo. Gli iscritti si raduneranno al Camping Salinello di Tortoreto e, sabato mattina, dopo una sfilata sui lungomare di Tortoreto e Giulianova, si trasferiranno a Teramo dove riceveranno il saluto delle autorità in piazza Martiri. Poi via lungo le pendici del Gran Sasso d’Italia, verso il lago di Campotosto. All’indomani, la carovana si sposterà verso Civitella del Tronto, dove verrà accolta dal sindaco Gaetano Luca Ronchi e visiterà l’antica fortezza borbonica. Non sarà soltanto una occasione per fare mototurismo. Come è caratteristico di questo motoclub, la cui sezione più numerosa è quella abruzzese con 180 iscritti sui 1.000 totali, ogni incontro si trasforma in raccolta fondi: stavolta il denaro raccolto con parte delle quote d’iscrizione e sponsorizzazioni, sarà devoluto ad Arcesta (10.000 euro) per portare avanti il progetto di realizzare all’ospedale di Pescara una sala con personale specializzato dedicata alle ferite difficili, all’Anffas Onlus (5.000 euro) di Teramo e all’Amref (10.000 euro). Non mancheranno le curiosità legate anche ai partecipanti. Ci sarà il più anziano dei motociclisti, Luigi Castellani, classe 1928, vincitore nel ’52 della Milano-Taranto a bordo di una Laverda 75, ci sarà la più giovane, Nicole, 13 anni, che viaggia con il papà, ci sarà la moto più antica, una Guzzi Falcone dell’Esercito del 1974, guidata dal 70enne Rino Paciosi. La manifestazione è stata presentata questa mattina dal presidente nazionale del CCMotorday, il luogotenente David Mencaglia e da quello della sezione Abruzzo, il maresciallo capo Davide Somma, alla presenza del maggiore Americo Di Pirro, comandante della compagnia carabinieri di Teramo, del presidente della Provincia, Valter Catarra e dell’assessore comunale allo sport, Guido Campana.

Leave a Comment