Farmaci e assistenza arrivano a domicilio

TERAMO – Nuove metodologie approdano in città per l’assistenza sanitaria che si avvicina alle famiglie con progetti dedicati ed economicamente sostenibili, come quello della consegna dei farmaci a domicilio. Una prima iniziativa di questo genere è stata presentata due giorni fa da Alessandro Caccia, farmacista e presidente di una società di servizi gestionaliche ha raccolto l’adesione di nove farmacie del capoluogo disponibili a offrire il servizio. Oggi, una nuova società estesa su scala nazionale, con sedi in tutta Italia, la Far Express, si presenta a Teramo per fornire servizi analoghi con un sistema innovativo che punta a fondersi e a includere l’iniziativa dei farmacisti teramani. La formula introdotta dalla società, e presentata oggi nell’aula consiliare del Comune dal sindaco Maurizio Brucchi e dall’assessore regionale alle Politiche sociali, Paolo Gatti,punta a una forma di welfare familiare esteso. Ritiro delle ricette dal proprio medico o dei medicinali con consegna a domicilio, analisi di laboratorio e servizi infermieristici con sconti e agevolazioni sono possibili attraverso una tessera annuale sottoscrivibile al costo di 35 euro e valida per tutta la famiglia. Il servizio è pensato per agevolare l’accessibilità ai farmaci per i diversamente abili, gli anziani, ma anche per tutte quelle persone impossibilitate a muoversi per la ricezione di un referto diagnostico e per la documentazione sanitaria. Oltre al rimborso dei costi sostenuti dalla FarExpress (farmaco, ticket o altro) il servizio prevede una commissione per le consegne a seconda delle tempistiche richieste dal cliente. L’azienda apre le porte dei suoi uffici in via Po al civico 18 la prima settimana di giugno. Tuttavia per avere più informazioni è stato messo a disposizione un numero verde 800 311 929. L’azienda ha omaggiato oggi il sindaco Brucchi delle prime 250 tessere che verranno distribuite ai servizi sociali del Comune. In futuro si prevede di convenzionare la formula sanitaria anche con l’Università di Teramo per concedere un ulteriore servizio gli studenti universitari fuori sede.

Leave a Comment