Giovani talenti in concerto al Teatro di Atri

TERAMO – Il Teatro comunale di Atri ospita oggi e domani la cerimonia conclusiva del concorso di esecuzione Musicale ‘Rotary Club Teramo Est. La manifestazione nasce dalla felice intuizione e sensibilità di Giuliano Morelli che, nel 1995, ha creduto nella sostenibilità di progetti finalizzata a sostenere giovani talentuosi nel mondo della musica abruzzese . Da tre anni il concorso, che vede tra i promotori Alessandro Caccia, si avvale della direzione artistica del maestro Paolo Giuseppe Oreglia che ha voluto allargare la partecipazione a tutto il territorio italiano rivolgendolo anche agli allievi delle scuole medie ad indirizzo musicale, con apposite categorie a loro dedicate. Questo respiro nazionale dell’evento, ha portato a cambiare il nome della manifestazione dall’originale premio “G.Braga” a “Concorso musicale Roraty club Teramo Est”. I partecipanti al concorso (nati tra il 1986 e il 2007) provengono da ogni regione d’Italia, Albania e paesi Balcanici e verranno selezionati da una giuria di altissimo livello. Altra particolarità e merito di questo concorso di esecuzione musicale,  è l’opportunità di ricevere un premio in denaro pari a € 1.500,00, elargito al miglior concorrente, tra tutte le categorie partecipanti, al fine di favorirlo a frequentare una master Class presso il Mozarteum di Salisburgo o altra Accademia internazionale di analogo livello.Tale premio viene consegnato al vincitore in un concerto pubblico che si svolge durante la manifestazione dell’anno successivo. Rispetto ad altre manifestazione, in questa, il vincitore, non viene “congedato” con una semplice trofeo premiante, ma gli organizzatori lo prendono in custodia, per indirizzarlo al meglio nell’ attività di perfezionamento musicale. Domani alle 19 alla presenza del maestro Massimo Magri, direttore del Conservatorio di Pescara, del maestro  Antonio Castagna – direttore del Braga di Teramo e di altre autorità civili , si svolgerà il concerto finale di premiazione dei Vincitori nel teatro comunale di Atri .

Leave a Comment