Rifiuti, parte il mese dele Cartoniadi

TERAMO – Partono anche in Abruzzo le "Cartoniadi", il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone. Dal 1 al 30 giugno Teramo, insieme ai Comuni di Chieti, L’Aquila, Pescara si contenderanno il titolo di "campione del riciclo" con premi in denaro messi a disposizione dalla Regione Abruzzo e da Comieco, il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Oltre 250 mila cittadini saranno in gara con un chiaro obiettivo: migliorare le quantità e la qualità della raccolta differenziata di carta e cartone. L’iniziativa, che dal 2006 ha già coinvolto milioni di italiani e che ha lo scopo di valorizzare l’impegno e la sensibilità delle famiglie verso il servizio di raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone, è organizzata da Regione Abruzzo e Comieco, in collaborazione con i Comuni di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo e con i gestori del servizio di raccolta. Il primo premio di 25 mila euro se lo aggiudicherà il comune che riuscirà a far registrare il maggiore incremento percentuale pro capite di raccolta di carta, cartone e cartoncino (espresso in kg/ab/anno) nel mese di giugno rispetto al pro capite della raccolta 2011. Altro elemento di valutazione sarà la qualità della raccolta, legato alla presenza o meno di "frazione estranea". Il secondo classificato si aggiudicherà un assegno di 12
mila 500 euro, mentre al terzo e al quarto classificato il Consorzio assegnerà rispettivamente una somma pari a 8 mila euro e 5 mila euro. Tutti gli importi dovranno essere destinati alla realizzazione di opere, erogazione di servizi, o comunque all’effettuazione di iniziative di interesse della comunità vincitrice, secondo quanto indicato dal Comune all’atto di partecipazione alla gara. "L’iniziativa avviata insieme con il Comieco – spiega
l’assessore all’Ambiente, Mauro Di Dalmazio – consolida una nostra precisa strategia basata sulla comunicazione diretta ai cittadini in materia di raccolta differenziata. I dati di raccolta del 2011 confermano che la strada è quella giusta e che solo con iniziative di questa natura sul territorio, a diretto contatto con i cittadini e le amministrazioni comunali, è possibile portare avanti una strategia vincente".

Leave a Comment