Vandali notturni fanno scempio della vecchia cattedrale

TERAMO – Scritte, mozziconi di sigarette, confessionale distrutto, spostate le pietre romane: è lo scenario desolante che resta agli occhi dei visitatori della vecchia cattedrale di piazza Sant’Anna che, come anticipato dal quotidiano La Città, è stata presa di mira da giorni da bande di ragazzini che sistematicamente si recano nella chiesetta trasformata in un luogo di bivacco. Forse gli stessi vandali che giovedì pomeriggio hanno aggredito lo storico falegname di via Torre Bruciata davanti alla sua bottega, e ricoverato per un malore con tre giorni di prognosi per via delle escoriazioni riportate. L’ennesimo atto di vandalismo nel centro storico ripropone dunque il problema della sicurezza in città, un problema che vede impegnati da tempo il Comune e il Comitato per l’Ordine e la Pubblica sicurezza insediato in prefettura a definire strategie condivise per il controllo del territorio. Intanto l’assessore comunale con delega alla Polizia municipale, Giacomo Agostinelli, ha dichiarato che da qualche giorno il Comune ha destinato una somma di 25mila euro da stanziare per la sicurezza, dunque anche per le telecamere da installare nei punti sensibili. Un progetto che trova fondamento anche in un protocollo d’intesa sottoscritto l’anno scorso tra le forze dell’ordine, la Polizia municipale e gli istituti di vigilanza privati per la condivisione di informazioni e immagini utili al monitoraggio urbano. Il comandate della Polizia muncipale, Franco Zaina, ha condiviso la necessità di un giro di vite sul controllo notturno, ma ha sottolineato che il problema ha competenze trasversali che vanno risolte insieme alle forze dell’ordine. In particolare resta da sciogliere un dilemma: sostituire le telecamere esistenti con altri dispositivi ad altissima risoluzione, oppure usare le somme a disposizione per coprire altri punti nevralgici del capoluogo? In attesa che le disponibilità economiche facciano il paio con le esigenze di controllo, resta ferma l’indignazione dei residenti e dei fedeli, ma anche quella del sindaco Maurizio Brucchi, che ha annunciato un giro di vite anche sulle scritte che deturpano i muri del centro storico. "Ho interessato Prefetto e Questore sull’argomento – spiega Brucchi – segnalando le criticità di Piazza Sant’Anna, ma anche di Porta Romana, all’interno dell’ultima riunione del Comitato controllo e sicurezza: mi è stato assicurato che aumenterà la vigilanza, specie nelle ore notturne. Lo stanziamento di 25 mila euro ci servirà inoltre a potenziare il progetto "Mille occhi sulla città". Noi facciamo la nostra parte ma anche gli stessi genitori di questi ragazzi dovrebbero essere più attenti a dove vanno e cosa fanno i loro figli. E’ una questione di civiltà che ci riuguarda tutti da vicino". 

Leave a Comment