Lega Pro: un rebus per le iscrizioni

TERAMO- Lega Pro che rebus sulle iscrizioni. Intanto sarò la Lega Pro a valutare la congruità delle domande e dare il suo parere entro l’11 luglio. Eventuali ricorsi andranno inoltrati entro il 16 luglio. Il Consiglio federale sancirà ufficialmente le iscrizioni intorno il 19 luglio. Le società non ammesse potranno ricorrere all’Alta Corte di Giustizia presso il Coni e poi al Tar del Lazio, il che potrebbe allungare le cose fino alla prima decade di agosto. D’altra parte ci sono difficoltà per il saldo degli stipendi arretrati e dei relativi contributi, poi c’è la questione delle fideiussioni, in quanto non potranno essere automaticamente rinnovate le vecchie e le banche saranno molto più attente nel concederle. Infine il rispetto delle rigorose norme per gli stadi, in merito alle quali la Lega Pro ha escluso qualsiasi deroga. L’organico è attualmente formato da 77 squadre ma si parla di una quindicina di club che sono in gravi difficoltà economiche. Finora sono cinque le società che non hanno presentato domanda entro il termine prescritto. Si tratta di Pergocrema, Piacenza e Triestina (già dichiarati falliti), Taranto e Giulianova (ufficialmente non iscritti). E’ stato confermato il blocco dei ripescaggi. Pertanto l’organico di 77 squadre sembra destinato a ridursi. Figc e Lega Pro a questo punto decideranno che fare nel momento in cui sarà ufficializzato il numero dei club ammessi. Estate calda all’orizzonte. E non solo per colpa di Caronte.

Leave a Comment