Ruzzo, Verrocchio e Brucchi duellano su Facebook

TERAMO – Mentre è attesa per oggi la conferenza dei sindaci del centro-sinistra sul Ruzzo, le polemica tra Pd e Pdl è continuata ad alimentarsi nel fine settimana su Facebook. Battibecchi a distanza sono intercorsi tra il segretario del Pd, Robert Verrocchio e il sindaco Maurizio Brucchi che, nonostante le ferie in Turchia, non è riuscito a digerire le provocazioni lanciate sul social network dal suo avversario replicando per le rime. «All’assemblea del Ruzzo di ieri – scrive sabato Verrocchio – i sindaci del Pd hanno chiesto che il Cda della società sia scelto in base a un bando pubblico e che i membri siano ridotti da cinque a tre. Brucchi ha definito populistica questa richiesta. Prendo atto che per il Pdl teramano chiedere di aprire al merito significa fare populismo. Se per Brucchi è così, allora sì, sono e rimarrò populista! (ma Berlusconi allora cos’era…?)». «Mentre Verrocchio e compagni si preoccupano del Ruzzo – replica a disanza il sindaco – forse un po’ tardi visto che i debiti con le banche hanno determinato un aumento delle bollette per colpa loro, al Cirsu tanti padri di famiglia rischiano di perdere il posto di lavoro. Ma di questo Verrocchio non parla! Mette la polvere sotto il tappeto!». Non si è fatta andere la risposta de segretario: «Brucchi, per il comune di Teramo, parla di risparmi da spending review e di meritocrazia. Bene. Peccato che quando il Pd ha proposto le stesse cose per il Ruzzo Brucchi ci ha accusati di populismo. Dunque è anche lui un populista? Oppure ci sono due pesi e due misure?». Gli "amici" di Facebook aspettanto la prossima stiettata al veleno.

Leave a Comment