Ruzzo, la proposta di Brucchi: "Indennità ridotte del 20%"

TERAMO – Alla vigilia dell’assemblea dei sindaci del Ruzzo il sindaco Maurizio Brucchi torna a ribadire che non accetta lezioni dal centro-sinistra sui costi della politica e arriva all’appuntamento fissato per la prossima settimana con una proposta precisa da inserire all’ordine del giorno: la riduzione del 20% delle indennità del Cda e del collegio dei revisori. «Se dev’esserci un contenimento delle spese, deve esserci per tutti – ha dichiarato il sindaco – non ci sto alle affermazioni populiste del centro-sinistra che ha consegnato una società di servizi che vede oggi impiegti 107 tecnici e 108 figure amministrative. Proporzioni inaudite se si considera che restano ancora i problemi endemici come la dispersione del 30% di acqua dalla sorgente al rubinetto». Infine il sindaco dice la sua sui componenti del Cda: «Rimarranno in carica tutti e cinque fino alla fine del mandato, dopo si vedrà. Piuttosto sarei curioso di conoscere i compensi dei direttori e dei dirigenti. Voglio vederli pubblicati sul sito web dell’ente. Questa sì è una questione di trasparenza».

Leave a Comment