Poste, quale destino per gli uffici di Cologna e Montepagano?

TERAMO  –  Il sindaco di Roseto Enio Pavone ha chiesto una verifica urgente sulla situazione degli Uffici postali di Montepagano e Cologna Paese preoccupato dal piano di riorganizzazione delle Poste che prevede la chisura di una trentina di uffici in privincia di Teramo. Nella lettera inviata al responsabile di area e al direttore di filiale provinciale il primo cittadino di scrive: “ In riferimento alle notizie apparse sulla stampa, si chiede un incontro urgente per la verifica della situazione degli uffici postali di Montepagano e Cologna Paese”. Il sindaco Pavone intende intervenire per scongiurare la possibilità che i due uffici vengano chiusi privando le due frazioni di un servizio indispensabile per la collettività. Il sindaco è inoltre intervenuto su un altro problema che affligge la provincia di teramo sulla scia di provvedimenti analoghi firmati dai sindaci di Teramo e Tortoreto, ovvero la carenza idrica. Su sollecitazione della  Ruzzo Reti e del prefetto, Enio Pavone ha firmato l’ordinanza in cui si dispone che il consumo dell’acqua sia limitato al solo uso igienico e potabile, evitando pertanto l’uso per altri scopi.

 

Leave a Comment