Entro l'anno una nuova stazione ecologica a Carapollo

TERAMO –  Una nuova stazione ecologica a Carapollo. A realizzarla, entro l’anno, sarà la Team. L’investimento previsto dalla società partecipata del Comune è di circa 300 mila euro: questi fondi serviranno anche ad asfaltare il piazzale e ad interrare i vasconi per la raccolta delle acque. L’intervento sarà possibile anche grazie allo scambio di terreni tra la Team e il Comune che verrà sancito dopodomani in Consiglio comunale: alla società partecipata andranno i circa due ettari di terreno in Contrada Carapollo, mentre al Comune verrà ceduta un’area, di pari valore, in località Terrabianca, dove è in progetto la realizzazione di un impianto di trattamento dei rifiuti differenziati del tutto simile a quello di Vedelago. «A Carapollo – spiega il presidente della Team Fernando Cantagalli – sono già stati fatti diversi interventi: nel 2009, ad esempio, in seguito all’emergenza terremoto la Team ha realizzato due capannoni come deposito per accogliere i rifiuti da portare in discarica e delle attrezzature. Il fatto di non possedere completamente l’area rappresentava un freno per gli investimenti». Intanto la Team ha deciso anche di puntare maggiormente l’attenzione su alcune zone calde della città. Tra queste c’è senza dubbio il parco fluviale, a cui è stato dedicato un addetto che giornalmente controlla la situazione. «Su questo punto – afferma Cantagalli – la convenzione siglata anni fa con il Comune è obsoleta, prevedeva, infatti, il passaggio della Team una volta ala settimana, successivamente siamo passati a due, ma, negli anni, fortunatamente, il numero di persone che fruiscono del parco è cresciuto in maniera esponenziale e anche la necessità di tenere pulita la zona, dove, purtroppo, alcuni cittadini incivili continuano anche a gettare le buste con i rifiuti domestici che sarebbero destinate alla raccolta differenziata. E’ un servizio in  più che svolgiamo anche se non è previsto dalla convenzione e senza ulteriori aggravi economici per il Comune». Discorso analogo anche per le frazioni: la convenzione prevede lo spazzamento manuale ogni 10 giorni «invece – conclude Cantagalli – utilizziamo anche la spazzatrice, oltre ad effettuare la pulizia delle cavitoie e degli interstizi. In occasione delle sagre, come quella di Poggio Cono, siamo inoltre presenti per tutte le giornate dell’evento, sempre a costo zero per il Comune».

 

 

Leave a Comment