Lettera aperta di una turista al sindaco di Giulianova

TERAMO – Una lettera aperta al sindaco di Giulianova, per segnalare disagi e problemi. A scriverla è una turista, Tiziana Iacoboni, che da ben 22 anni la sceglie come località per le proprie vacanze. Ma gli elementi che scoraggiano i turisti, a detta della signora, che si può considerare un’esperta della zona, sono tanti, a cominciare dai parcheggi a pagamento davanti agli chalet, che rappresentano un deterrente, in un momento di crisi come quello attuale, così come la troppa solerzia dei vigili urbani e gli aumenti di prezzo degli stabilimenti balneari, decisamente poco in linea con  la “spending review” che anche le famiglie sono costrette, loro malgrado, ad attuare. Ultimo, ma non certo ultimo, il mare: la signora lo definisce, senza mezzi termini una “nota dolente”, interrogandosi sulla qualità reale delle acque in cui i turisti si immergono. Ecco, di seguito, la lettera aperta e firmata:  

 

Egregio Sig. Sindaco,

 sono una turista, come altri,alla quale andrebbe consegnata la “cittadinanza onoraria” perché innamorata di Giulianova e ad essa fedele da ormai 22 anni, frequentata non occasionalmente ma di certo almeno per 4/5 mesi ogni anno.

Con grande rammarico Le dico che purtroppo è sempre più difficile recarsi in vacanza in questa località. Non voglio entrare nel merito delle strategie amministrative ma …

 i parcheggi a pagamento davanti gli stabilimenti balneari sono un deterrente non da poco in questo periodo di crisi;

i vigili urbani scesi in campo alla forsennata ricerca di “qualcosa da multare” (non sto inneggiando all’anarchia sono convinta dell’importanza del rispetto delle regole)per rimpinguare le casse del Comune a spese soprattutto di “noi forestieri” mi sembra poco sano;

gli stabilimenti che in stagione già avviata aumentano improvvisamente i prezzi  giustificando ciò con l’aumento che il Comune ha fatto sulla tassa sui rifiuti, non sforzandosi comunque di dare un servizio in più per rendere la spiaggia di Giulianova ancora più unica …. perché nulla si muove????

Infine, ma non per importanza, PARLIAMO DEL MARE …. nota dolente!!

Credo che i bagnini, i proprietari degli stabilimenti e degli alberghi,Lei Sig.Sindaco dovreste avere tutto l’interesse a prestare attenzione, a dare l’allarme, ad indignarvi e ad intervenire alla vista di un mare come quello di alcuni giorni fa.

Un mare che inizia ad ammalarsi da una triste visione d’insieme; il tratto di mare vicino il Porto che anche Goletta Verde ha definito altamente inquinato va curato …

Nei primi giorni della settimana ad un certo punto della mattinata iniziavano a vedersi in superficie chiazze oleose, schiuma giallognola ed ogni tipo di immondizia, che cos’è e da dove arriva?

Una vera indecenza da voltastomaco !!!

Avrei   il piacere, insieme a molti altri che continuano a scegliere questa città e questo mare , di sapere in che cosa ci immergiamo, in che cosa facciamo nuotare e giocare i nostri figli, quali conseguenze possono causare questi bagni?

 Ritiene giusto e pensa che possa essere duraturo e premiante pagare affitti, soste e stabilimenti per avere un po’ di relax e di refrigerio e trovarsi davanti ad un mare che ha tutto l’aspetto di essere poco balneabile…..

Se ha a cuore la sua città ed il suo mare La invito ad intervenire con determinazione e in tempi super brevi.  

Affezionata turista di GIULIANOVA

TIZIANA IACOBONI

 

Leave a Comment