Bloccati al Bancomat mentre montavano uno 'skimmer'

TERAMO – Gli agenti della squadra mobile della questura e della polizia postale e delle comunicazioni di Teramo hanno arrestato quattro cittadini bulgari esperti in "skimming", quella particolare tecnica che permette la clonazione dei codici dei bancomat. I quattro – Stavi Donchev, 38 anni, Ovanes Spasov Georgiev (19), Desislava Borisova Demirova (25) e Nikolay Bogdanov Ivanov (39) – sono stati notati nei giorni scorsi ad Alba Adriatica, dopo che gli agenti ne hanno riconosciuti due già noti per analoga attività illecita. Il gruppetto è stato così seguito per due giorni e ieri sono caduti nella trappola: a Colleranesco di Giulianova, nei pressi della Banca dell’Adriatico, hanno cominciato ad armeggiare nei pressi dello sportello bancomat. I poliziotti sono intervenuti sotto gli occhi di decine e decine di automobilisti e con un’azione fulminea li hanno immobilizzati. Stavano installando uno ‘skimmer’ sulla bocchetta per l’inserimento delle tessere magnetiche di pagamento, perfettamente adattato e sagomato su quella della banca, oltre a tutta l’attrezzatura idonea per registrare le operazioni di digitazione dei codici pin. Nell’abitazione dei quattro sono stati sequestrati materiale elettronico, tassere magnetiche con i codici di altre carte bancomat già contraffatte e documenti falsi. I quattro sono stati arrestati per installazione di apparecchiature atte a intercettare comunicazioni informatiche, detenzione di carte di pagamento contraffatte e possesso di documenti falsi. Sono stati rinchiusi nel carcere di Castrogno a disposizione del pubblico ministero Stefano Giovagnoni.

Leave a Comment