Si tuffa al porto e si schianta sugli scogli: rischia la paralisi

GIULIANOVA – Rischia di restare paralizzato su una sedia a rotelle il 25enne giuliese che questa mattina, poco prima di mezzogiorno, ha picchiato la testa sugli scogli frangiflutti a protezione del molo sud del porto di Giulianova, dopo un tuffo. Lo hanno soccorso per primi gli amici che erano con lui e che hanno sfidato il divieto di fare il bagno e ancor più i tuffi, in un punto dove è tradizione ma soprattutto sfida al pericolo, prendere il bagno per lanciarsi dall’alto fino all’acqua. La situazione ai soccorritori è apparsa subito drammatica: sono accorsi tempestivamente gli uomini della Croce Rossa, che proprio in quel punto, nella vicina spiaggia libera, hanno un posto di osservazione e intervento. Il bagnino, supportato dall’ambulenza dei volontari della Cri, hanno stabilizzato il paziente che non muoveva gli arti e aveva in un primo momento perso conoscenza, dopo aver battuto la testa su uno degli scogli a pelo d’acqua. Il quadro clinico del 25enne ha consigliato l’intervento della squadra medica del 118 dall’ospedale e l’intervento dell’eliambulanza da Pescara. L’elicottero è atterrato al porto giuliese, con l’assistenza anche del personale della Guardia costiera di Giulianova, e ha trasferito il paziente all’ospedale Mazzini di Teramo, dove i sanitari stanno valutando la situazione, ma il rischio che ci sia una compromissione della funzionalità di gambe e braccia è alto. Il giovane è molto conosciuto a Giulianova, figlio di un noto professionista.

Leave a Comment