I Giovani democratici stimolano il confronto

TERAMO – Con lo slogan “L’Italia che vorremmo", si aprirà domani all’Arena 4 Palme di Roseto, la prima festa dei Giovani Democratici della provincia di Teramo. Due giorni di incontri, dibattiti e musica. «La nostra festa – ha spiegato Matteo Sabini, segretario provinciale dei Giovani Democratici – arriva dopo un percorso di espansione, iniziato dalla riorganizzazione del nostro gruppo dallo scorso mese di marzo. Vogliamo dire qual è la nostra posizione sulla situazione attuale dell’Italia e quali sono le nostre idee per come vorremmo che fosse». si comincia domani con "Punti di vista: Temi e prospettive diverse", un incontro-dibattito con lo stesso Sabini, del segretario rosetano dei GD, Simone Aloisi, oltre ai giovani esponenti di altre forze politiche, come Fabrizio Fornaciari, assessore Pdl di Roseto, Marco Borgatti, portavoce rosetano della Federazione della Sinistra, Mattia Fanì, responsabile provinciale delle Politiche Giovanili di Sel, Luigi Ragni, dirigente regionale dei Giovani dell’Idv. In serata, Music Contest con giovani band locali in gara. Sabato dibattito sull’Università di Teramo, sul tema "Criticità e rilancio: Il futuro dell’università nel territorio teramano", moderato dalla giornalista Marina Serra. Il parlamentare Sandro Gozi, sarà invece l’ospite dell’incontro-dibattito "Nuove generazioni=Nuove politiche", moderato dal giornalista Alessandro Di Emidio: «Abbiamo voluto invitare Sandro Gozi per le sue idee di rinnovamento e di politica diverse sia per il partito che per il nostro paese: è il nome giusto per parlare di nuove politiche». A seguire ci sarà l’esibizione della cover band di Fabrizio De André "Caro De André".

 

Leave a Comment