Picchiata per tutta la notte dall'ex convivente davanti ai tre figlioletti

TERAMO – Notte da incubo per una giovane dominicana di 27 anni ad Alba Adriatica, percossa con violenza dall’ex convivente che si è introdotto nell’abitazione della donna – che vive in una traversa di piazza del Popolo – sotto l’effetto di cocaina e completamente ubriaco. L’uomo, Luigi Herrera di 22 anni, anch’egli dominicano, è stato arrestato dai carabinieri di Alba Adriatica che sono intervenuti dopo la richiesta della donna terrorizzata dall’irruzione del convivente. L’uomo era stato cacciato di casa un paio di settimane fa, proprio per il suo pessimo stile di vita. L’uomo si è introdotto nel’appartamento al primo piano della palazzina arrampicandosi lungo una grondaia e dopo aver forzato le tapparelle e sfondato gli infissi, è entrato in casa dove ha iniziato a picchiare selvaggiamente la donna, su cui ha scagliato le suppellettili dell’alloggio e trascinandola per i capelli. Una violenza scatenata in presenza di tre bimbi piccoli, di cui uno figlio dello stesso dominicano. L’uomo, completamente fuori di sè, ha anche dato fuoco ai vestiti dei bambini, bruciandoli sui fornelli della cucina. La donna, nel tentativo di sfuggire alle percosse, si è rifugiata in bagno, riuscendo a chiamare il 112 con il cellulare. L’aggressore in un primo momento è fuggito, ma è tornato poco dopo sui posto per impedire alla donna di mettere i carabinieri sulle sue tracce. Un tentativo vano poiché quando è rientrato nell’appartamento ha trovato i militari, ai quali ha cercato di opporsi con la stessa violenza.  E’ stato arrestato per violazione di domicilio, danneggiamento, percosse e resistenza al pubblico ufficiale ed è stato trasferito in tribunale a Teramo per il processo con rito direttissimo al termine del quale è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Leave a Comment