Tromba d'aria spazza la costa teramana

TERAMO – "Beatrice" era attesa ma non ci si aspettava che gli avamposti arrivassero con tale velocità d cogliere alla sprovvista i bagnanti che per tutta la mattinata avevano goduto ancora del sole e delle temperature torride in spiaggia. Una tromba d’aria, sostenuta da vento di tramontana e accompagnata da una violenta mareggiata, ha infatti colto di sorpresa buona parte della costa teramana da Martinsicuro fino a Giulianova, provocando la fuga precipitosa dall’arenile di centinaia di turisti e numerosi danni alle infrastrutture degli chalet, così come difficoltà a chi è stato sorpreso dal maltempo in acqua. Nelle foto alcuni scatti di quei mementi drammatici vissuti a Tortoreto: erano circa le 14 e il turbinio di sabbia ha coperto tutto ovunque, dalla battigia alle strade interne, provocando difficoltà anche nel camminare. Il forte vento ha spazzatoo gli ombrelloni delle spiagge libere ma anche quelli degli stabilimenti balneari, fissati in maniera più sicura, diventando micidiali armi volanti al pari di tutti gli oggetti lasciati incustoditi vicino: lettini, sdraio, seggiolini, giochi, canotti, addirittura vele dei windsurf. Gli ambulanti che aveva steso la loro chincaglieria sulla sabbia sono stati costretti a recuperare dove potevano la loro merce, portata via dall’improvvisa mareggiata che ha mangiato un largo tratto di spiaggia. Sono stati venti minuti d’inferno, con i bagnini e il personale degli chalet a gestire la fuga dalla spiaggia, mentre tutto attorno pioveva di tutto. In mare non sono mancati momenti di paura per alcuni natanti che si trovavano al largo e hanno avuto difficoltà a guadagnare il porto di Giulianova o la riva per approdi sicuri, il tutto sotto il controllo del personale della Guardia costiera che è subito intervenuto nelle situazioni di maggior difficoltà per assistere le imbarcazioni e i surfisti.

Leave a Comment