Rientro tra i banchi senza intoppi. E Romanelli vuole dare le scuole "in adozione"

TERAMO – In tempi di spending review anche la scuola ha le sue difficoltà, ma per ovviarle l’assessore comunale al ramo Piero Romanelli pensa a una formula originale che prevede il sostegno dei privati. Aziende ed enti che "adottano" una scuola per sostenere le attività culturali. Romanelli sta lavorando da tempo per preparare questa delibera e dare il via a una formula adottata già in numerosi Comuni italiani, intanto però è al lavoro per garantire il rientro tra i banchi senza intoppi. Questo il calendario per le strutture comunali: i nidi riaprono il 1 settembre, il micronido il 3 settembre e le scuole per l’infanzia il 17 settembre come fissato dal calendario della Regione Abruzzo. Conclusa anche la fase della dotazione delle suppellettili, il Comune tira un sospiro di sollievo anche per il personale visto che l’età delle educatrici, e i numerosi pensionamenti alle porte, impensierivano l’assessore che temeva una contrazione delle attività. Pericolo scongiurato grazie a 6-7 educatrici nuove che arriveranno in virtù di uno stanziamento regionale. Contributi sono arrivati anche per permettere l’accesso gratuito al micronido per i bimbi che hanno alle spalle famiglie a basso reddito. Gli iscritti sono oltre 50, e frequentano la struttura gratuitamente. Unico costo a carico delle famiglie è quello della mensa, un servizio sperimentato lo scorso anno che entrerà a regime da settembre e che è affidato a una società esterna, la Vivenda. Resta da mettere a punto il trasporto scolastico, per questo l’assessore sta monitorando in questi giorni i percorsi e i chilometraggi specie per quei bambini che da Miano dovranno recarsi a Villa Vomano. L’altro impegno da parte dell’amministrazione è quello di agevolare le attività di doposcuola che in alcune scuole elemetari sono già avviate e in altre stanno per partire (San Giuseppe, De Iacobis, San Nicolò, San Giorgio). Il Comune consentirà l’apertura delle mense e dei servizi di illuminazione e riscaldamento anche negli orari pomeridiani. Intanto sono stati resi noti le figure interessate dai cambiamenti nelle dirigenze scolastiche: Maria Beatrice Mancini sarà la preside della Noè Lucidi e Zippilli, Umberto La Rosa della San Giorgio, San Giuseppe e savini, Antonio Lattanzi sarà al circolo di Villa Vomano, mentre Lora D’Antona Catacuzzena sarà alla guida della Risorgimento e della D’Alessandro.

Leave a Comment