Clotilde è morta per malore, il marito l'ha vegliata e non ha retto al dolore

 

TERAMO – E’ stato un malore a uccidere lei e lui l’ha vegliata per almeno tre giorni, morendo alla fine anch’egli per il dolore. Rende ancor drammatica e commovente assieme la storia di Rinaldo Di Lorenzo e Clotilde Di Bonaventura, l’autopsia eseguita sui corpi dei due coniugitrovati senza vita nella loro abitazione di via Vinciguerra. Erano morti da giorni, da sabato almeno Clotilde, stroncata da un malore sul letto, quasi un giorno e mezzo dopo Rinaldo.  Lui l’ha vegliata ma non ce l’ha fatta e l’ha seguita come l’aveva accompagnata per una vita. Nessuna violenza solo una triste ma commovente storia di due persone unitissime nella vita e unite anche nella morte.

 

Leave a Comment