Lotto zero: entro l'anno concluso l'iter degli espropri per lo svincolo della Gammarana

TERAMO – Svincolo del Lotto zero alla Gammarana: è stata fissata per il’11 settembre la Conferenza dei servizi, a cui parteciperanno tutti gli Enti interessati, compresi Anas e Sovrintendenza. Un passaggio tecnico obbligato, a cui dovranno seguire altri step: la richiesta di approvazione da parte della Provincia, che dovrà stabilire la conformità con il Piano territoriale provinciale, e due passaggi in Consiglio comunale per l’approvazione definitiva della variante. Da questo momento in poi i cittadini interessati avranno 30 giorni di tempo per presentare delle osservazioni. «Entro fine anno – spiega l’assessore ai Progetti strategici Giacomo Agostinelli – dovrebbe essere concluso il procedimento relativo agli espropri. E’ importante mantenere l’attenzione su quest’opera, di rilevanza strategica per la città, puntando anche a far partire i lavori in tempi celeri, per non perdere i 2,5 milioni di finanziamento». La prossima settimana si discuterà inoltre del progetto di recupero e riqualificazione dei capannoni del Consorzio industriale, basato su uno studio commissionato dalla Regione Abruzzo alla Facoltà di Architettura di Pescara. Entro settembre verrà convocato un tavolo di concertazione a cui parteciperanno tutti gli attori coinvolti: il commissario del consorzio Raimondo Micheli, il presidente del comitato di quartiere della Gammarrana Alfonso Marcozzi, l’Università e il Comune. L’idea è quella di riqualificare l’area trasformando i capannoni, rimasti abbandonati per 20 anni, in locali moderni, pronti ad ospitare negozi ed uffici.

Leave a Comment