Dilaga la sosta selvaggia su parcheggi per disabili e strisce pedonali

TERAMO – I vigili teramani dichiarano guerra agli automobilisti incivili. E’ questo l’input specifico che il comandante Franco Zaina ha dato ai suoi: difendere e sostenere i diritti delle categorie più deboli. Diritti, che, a quanto pare, vengono violati i quotidianamente attraverso il sempre più diffuso fenomeno della sosta selvaggia. Dall’inizio dell’anno ad oggi sono state elevate ben 400 multe per sosta sui marciapiedi, 408 per quella sui percorsi pedonali, 224 per i veicoli lasciati sulle strisce pedonali e 277 per le auto parcheggiate sugli stalli riservati ai disabili e sprovviste dell’apposito tagliando di riconoscimento. «E’ giusto – afferma Zaina – tutelare le categorie più deboli, come le mamme con i passeggini che hanno diritto di usufruire dei passaggi pedonali, le persone diversamente abili che hanno realmente bisogno di stalli a loro riservati, anziani e bambini che devono poter accedere con tranquillità ai marciapiedi e attraversare, come prevede il codice della strada, sulle strisce, senza imbattersi in auto che ostruiscono il passaggio». Intanto si registra un altro fenomeno: la crisi economica ha fatto aumentare il numero delle auto sprovviste della copertura assicurativa: ben 49 le multe, salatissime, comminate dall’inizio dell’anno ad oggi. «Si registrano – continua Zaina – due tipologie di infrazioni: da un lato c’è chi, pur sprovvisto di assicurazione, continua a circolare su strada, andando incontro anche a gravissime conseguenze in caso di incidente, dall’altro c’è chi lascia i mezzi sul suolo pubblico, e, quindi, viene multato, in quanto l’auto può subire un sinistro anche se resta ferma». La sanzione in questi casi è pesantissima: ben 798 euro più il sequestro dell’automobile.

Leave a Comment