Movida notturna scatenata: arrivano le telecamere antivandali

TERAMO –  A vigilare sulle zone “calde” della città ci saranno anche gli occhi elettronici. Il Comune ha stanziato 25 mila euro per l’acquisto di telecamere ad alta definizione, in grado di fornire immagini nitide e ad alta risoluzione. «Le telecamere – spiega l’assessore alla Progettazione strategica Giacomo Agostinelli – saranno sistemate nelle aree dove abbiamo riscontrato una maggiore necessità e che ci sono state segnalate anche dalle Forze dell’ordine, ossia a piazza Garibaldi, piazza Martiri e largo Madonna delle Grazie». Anche il Teatro romano sarà videosorvegliato. L’esigenza di monitorare alcuni punti caldi della città, soprattutto nelle ore notturne, è stata evidenziata da diversi commercianti e residenti delle zone del centro. Lamentele di cui si è fatto portavoce il consigliere della Lista civica “Al centro per Teramo” Ezio Torelli anche all’interno del Question Time di ieri. «Purtroppo – ha detto Torelli – si registrano episodi molto spiacevoli nelle ore notturne. Alcune vie del centro storico sono trasformate in latrine a cielo aperto, esiste un problema sicurezza in città. Servirebbe quindi maggiore sorveglianza, anche attraverso le telecamere, durante la notte». Le zone segnalate da Torelli sono vico del Canto, Torre Bruciata e piazza Sant’Anna.  

Leave a Comment