Ztl, entro dicembre un nuovo giro di vite per il carico e scarico merci

TERAMO – Nuove regole verranno introdotte entro fine anno per il carico e scarico merci dentro la Ztl. Ad annunciare il giro di vite è stato il sindaco Maurizio Brucchi che avverte l’esigenza di restituire un nuovo decoro nel centro storico dove, tra i camion delle merci e l’esposizione dei mastelli oltre l’orario consentito, vige il caos. L’occasione è stata offerta dalle polemiche nate attorno alla nascita del nuovo supermercato Tigre ospitato nei locali dell’ex Banca dell’Adriatico e sollevate da un gruppo di residenti del quartiere San Giorgio. I cittadini, preoccupati per la tenuta della pavimentazione per via del passaggio dei mezzi pesanti, contestano anche l’amministrazione comunale per aver rimosso gli arredi urbani di via Capuani a favore dei mastelli per la spazzatura del supermercato. A spegnere le polemiche è stato il sindaco Maurizio Brucchi che ha chiarito che gli arredi verranno ripristinati entro fine mese così come verranno fissati in via definitiva i dissuasori della sosta nelle vie secondarie del centro per impedire l’ingresso nella Ztl ai “furbetti”. “Non capisco però l’accanimento contro la nascita del supermercato – ha dichiarato Brucchi – dovuta tra l’altro alla liberalizzazione delle licenze e non a una volontà dell’amministrazione. Il sindaco non ha discrezionalità su questo, certo è che l’esercizio dovrà rispettare tutte le regole osservate dalle altre attività. A questo proposito anche oggi, come avviene regolarmente, il personale della Team insieme ai vigili urbani ha fatto un sopralluogo nelle diverse attività del centro storico per richiamare il rispetto degli orari d’esposizione del mastello. Questo indipendentemente dal Tigre, che comunque essendo una nuova attività si dovrà mettere a regime, così come nessuno sconto verrà fatto sul carico e scarico. Ad ogni modo da dicembre, con il nuovo piano del traffico, cambieranno anche gli orari del transito dei furgoni nella Ztl (attualmente è permesso dalle 6 alle 11 e dalle 14 alle 16, ndr). Non è possibile vedere i camion alle 11 di mattina per il corso, bisogna adeguarsi come avviene nel resto delle città italiane”. E la repressione del fenomeno non manca, perlomeno secondo il comandante dei Vigili Franco Zaina, che sostiene che dall’inizio dell’anno sono state elevate più di un centinaio di multe. “Putroppo sono esigenze che si contrappongono, e molti furgoni devono conciliare gli orari teramani con le altre tappe – ha detto il comandante – e’ difficile trovare la quadratura perfetta”. Una quadratura che il sindaco vuole trovare ad ogni costo con controlli regolari e con regole più severe. Il sindaco ha poi rassicurato sugli arredi di via Mario Capuani. “Insieme all’assessore Di Giovangiacomo faremo un sopralluogo nei prossimi giorni per valutare come risistemarli, ma entro ottobre faremo una rivisitazione della pedonalizzazione in quella strada”. L’ipotesi al momento è quella di attuare una pedonalizzazione soltanto nei weekend.

Leave a Comment