Gli sfollati di San Nicolò arrivano in Consiglio regionale

TERAMO – La vicenda degli sfollati di San Nicolò approda in Consiglio regionale. E’ il consigliere del Pd Claudio Ruffini ad annunciare una risoluzione che verrà portata al prossimo Consiglio regionale per impegnare il presidente Gianni Chiodi a chiedere al Governo una  proroga dei contributi per l’autonoma sistemazione per le 36 famiglie che hanno perso questi contributi a giugno. «Riteniamo – afferma Ruffini – che ci siano le condizioni affinché Chiodi ottenga una deroga giustificando la straordinarietà del caso che interessa il condominio “Uliveto”». Intanto 12 famiglie si sono già trasferite nella tendopoli di Piano D’Accio: questa mattina Ruffini, insieme al capogruppo comunale del Pd Giovanni Cavallari e al consigliere Gianguido D’Alberto, ha fatto visita alle famiglie accampate. «Siamo andati a trovarli –  spiega Ruffini  – per testimoniare a loro la nostra vicinanza e solidarietà. Riteniamo la loro condizione ingiusta ed anche pericolosa dal punto di vista igienico-sanitario visto che alloggiano in tende da campeggio. E’ una vicenda paradossale che queste famiglie si sono ritrovate a subire non per causa loro ma sopratutto per i ritardi e le inefficienze della pubblica amministrazione». Secondo rappresentanti del Pd è necessario trovare una risposta per queste famiglie che rischiano di affrontare l’inverno nelle tende. «Questi cittadini – conclude Ruffini – hanno già patito lunghe sofferenze e molti di loro non sono in condizioni economiche tali da potersi permettere un affitto. La politica e le istituzioni lavorino assieme per ridare dignità a queste cittadini vittime della burocrazia e di una pubblica amministrazione distratta e colpevolmente in ritardo».

 

Leave a Comment