Disoccupazione alle stelle, produzione e fatturato in caduta libera

TERAMO – Aumenta la disoccupazione in Abruzzo. Le previsioni semestrali non sono rosee: si prevede infatti una flessione del 17,4%, calano anche gli ordinativi interni (-28,3%), la produzione (-28,2%), il fatturato (-23,4%) egli  ordinativi esteri (-10,8%). Secondo i dati del Cresa, ripresi anche dalla Cgil, nel terzo trimestre di quest’anno, l’occupazione è scesa del 2,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e dell’1,3% rispetto al trimestre precedente.  Diminuiscono, rispetto al 2011, anche gli ordini interni (-3,7%; -5,6% rispetto al trimestre precedente) e gli ordini esteri (-2,3%; -3,5% rispetto al trimestre precedente). A livello provinciale l’occupazione scende del 3,3% nel Pescarese, del 2,6% nel Chietino e nel Teramano e del 2,5%nell’Aquilano. Le previsioni semestrali, invece, fannoregistrare il -24,1% in provincia di Pescara, il -20,4% in quella di Teramo, il -18,3% in quella dell’Aquila e il -10,5% in quella di Chieti. Le ore di cassa integrazione, nel periodo gennaio-ottobre 2012, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, inprovincia di Pescara sono aumentate complessivamente del 10,4%. Tale crescita raggiunge il 160% per quanto riguarda il settore del commercio. I beneficiari di mobilità e cassa integrazione, infine, sono aumentati del 14,2%.

Leave a Comment