Primarie, tre firme e due euro per scegliere il candidato premier

TERAMO -Tre firme e due euro per scegliere il candidato premier del centrosinistra. Sono i passaggi necessari per votare oggi, fino alle 20, alle primarie. Sono più di 27mila, in Abruzzo, gli elettori del centrosinistra attesi alle urne. Gli elettori che alle 20 del giorno delle votazioni si trovano ancora nei locali del seggio saranno ammessi a votare anche oltre il termine predetto. Ogni elettore può votare solo nel seggio che include la propria sezione elettorale esprimendo un’unica preferenza in corrispondenza del candidato prescelto. Circa 6mila in provincia di Teramo, 15mila a Pescara, 3.500 all’Aquila, e circa 3mila a Chieti. Nella provincia di Teramo sono stati allestiti 69 seggi dove sono impegnati 600 volontari. Possono votare i cittadini italiani e chi compie 18 anni entro il 25 novembre 2012, i cittadini dell’Unione europea residenti in Italia e i cittadini di altri Paesi in possesso di regolare permesso di soggiorno e di carta di identità. Le operazioni di voto nei seggi aperti dalle 8 di questa mattina procedono senza particolari intoppi, con file regolari e "pazienti". Fino alle 18 nel capoluogo teramano si sono recati a votare 1800 cittadini, 10850 gli elettori complessivi in provincia di Teramo . "Le file a cui abbiamo assistito da questa mattina dimostrano che c’è ed è forte il bisogno di partecipazione al di là di chi vincerà la competizione. Le primarie sono un momento di ricchezza – ha commentato il presidente regionale del Pd, Manola Di Pasquale – specie quando sono vere".

Leave a Comment